Tutto quello che c’è da sapere per calcolare le rate di un prestito di 10 anni

215

Indice dei contenuti

Il prestito è una soluzione ideale per chi ha la necessità di ottenere una certa somma di denaro. Questa somma può essere utile per l’acquisto di un bene o di un servizio particolare oppure per aumentare il proprio potere di acquisto, ma anche per ottenere della liquidità aggiuntiva. Questa può essere utile per far fronte a delle spese improvvise ed impreviste. Si tratta quindi di uno strumento essenziale nella nostra economia. Permette ai consumatori di aumentare la loro capacità di acquisto. Inoltre, le motivazioni che possono spingere molte persone a richiedere dei prestiti personali e dei finanziamenti possono essere diverse.

Possono essere utili ad esempio per l’acquisto di un’automobile oppure per ristrutturare la propria casa, ma anche per l’acquisto di oggetti di elettronica e per motivazioni spesso molto diverse tra di loro. Uno degli aspetti principali di questi dei prestiti riguarda il loro rimborso. Il rimborso dei finanziamenti avviene attraverso il versamento di rate mensili, il cui numero e il cui importo può variare spesso da una soluzione all’altra. In questa guida ci focalizzeremo sui prestiti con un piano di ammortamento della durata di 10 anni.

Prestiti personali con durata di 10 anni: come funzionano

I prestiti personali e i finanziamenti con un piano di ammortamento di 10 anni sono dei prestiti il cui piano di rimborso ha una durata per l’appunto di 10 anni. Questo significa che la somma di denaro ricevuta in prestito dovrà essere rimborsata attraverso il versamento di rate mensili pari ad un numero di 120 mesi. Occorre versare quindi la rata mensile che permette di estinguere il debito solamente nell’arco di 10 anni. Naturalmente, il piano di ammortamento viene stabilito in base alla sua durata, ma soprattutto in base all’importo delle rate mensili che si intendono versare.

Se l’importo delle rate risulta essere abbastanza elevato, di solito anche il piano di ammortamento sarà più breve nel tempo. Al contrario, se le rate mensili da versare sono di un importo inferiore, allora il periodo del piano di ammortamento sarà più lungo. Molto dipende dalle nostre esigenze economiche, dato che lo riteniamo migliore per le nostre necessità, soprattutto considerando la nostra affidabilità creditizia.

Importi richiedibili

Gli importi che si possono richiedere grazie ai prestiti di 10 anni possono variare spesso da una soluzione all’altra. Questi importi possono essere infatti più o meno elevati a seconda dei casi e delle singole soluzioni per le quali sia opta. Ad esempio, possiamo optare per dei prestiti di €10000 con un rimborso che ha una durata prevista di 120 rate mensili, ovvero 10 anni. Se immaginiamo che questo prestito abbiamo un tasso di interesse relativo al 12%, allora la rata mensile che occorre versare sarà intorno ai €143. La spesa totale prevista per gli interessi è di €7200 e il costo totale del prestito sarà quindi €17200.

Sono numerosi gli importi che si possono richiedere con un prestito con un piano di ammortamento di 10 anni. Si possono richiedere anche dei prestiti con importi più elevati, ad esempio dell’ordine di €20000. Naturalmente, in questo caso l’ammontare della rata sarà il doppio rispetto a quella prevista per un prestito di €10000.

Come calcolare rate mensili di un prestito di 10 anni

Nel momento in cui si sceglie un certo tipo di prestito personale o di finanziamento, il consiglio è sempre quello di andare a calcolare, perlomeno in modo indicativo, l’importo della rata mensile prevista per il suo rimborso. Solo grazie a questa valutazione possiamo capire se i costi e le spese totali previste per l’ottenimento di un certo tipo di prestito possono essere sostenibili per noi oppure no, anche in base al nostro reddito. A questo proposito, occorre ricordare che la rata mensile di rimborso di un prestito non deve andare oltre un terzo dello stipendio che si percepisce. In rete si possono trovare certamente numerosi strumenti e tool che ci permettono di effettuare i diversi tipi di operazioni.

Queste operazioni possono riguardare in particolare il calcolo della rata di un mutuo o di un finanziamento. Prima di utilizzare questi tipi di calcolatori, bisogna tenere conto di alcuni valori che hanno un’influenza diretta sulla formula da utilizzare per il calcolo della rata del finanziamento. L’importo di ogni rata viene stabilito in base ad alcuni elementi e parametri che possono variare spesso da una soluzione di credito ad un’altra. Gli aspetti principali di cui tenere conto per effettuare il calcolo della rata di un prestito, tra cui anche per il calcolo della rata di un prestito di 10 anni, sono i seguenti:

  • l’importo del prestito che si richiede;
  • la motivazione, ovvero la finalità di richiesta del prestito (nel caso dei prestiti finalizzati);
  • la durata del piano di rimborso del finanziamento:
  • il tasso di interesse applicato;
  • il numero delle rate che si intendono pagare mensilmente attraverso una cadenza che può essere mensile o trimestrale.

Di solito, solo grazie a questo attenta valutazione possiamo effettuare un calcolo preciso e certosino degli importi delle rate mensili che occorre versare.

Variabili da considerare nel calcolo

Ci sono naturalmente delle variabili che devono essere prese in considerazione quando si esegue il calcolo della rata mensile di rimborso di un prestito. Queste variabili possono riguardare soprattutto la finalità di richiesta del prestito. Ciò vale naturalmente se si tratta di un prestito di tipo finalizzato. Sono delle soluzioni di finanziamento che vengono concesse solamente dietro la presentazione di una documentazione che riguarda la motivazione per cui si richiede il denaro ad una banca o ad una finanziaria.

Sono naturalmente delle variabili essenziali che avranno poi un’incidenza più o meno maggiore direttamente sugli interessi che si intendono versare. Alcune banche potrebbero anche scegliere di applicare dei tassi di interessi diversi in base alla tipologia di prestito che si richiede. Inoltre, anche la durata del piano di rimborso del finanziamento può cambiare spesso da una soluzione all’altra.

I tassi di interesse rappresentano certamente alcune tra le variabili principali da tenere in conto per capire se una certa soluzione di finanziamento può andare bene per noi oppure no. In base ai tassi di interesse che si applicano spesso potremmo arrivare a versare delle rate mensili di importo molto elevato. Occorre quindi fare molta attenzione alla soluzione che può essere più adatta per noi.