Come calcolare le rate di un prestito di Poste Italiane: guida, informazioni utili

171

Indice dei contenuti

Oggi Poste Italiane permette di erogare un’ampia gamma di prestiti che sono molto veloci e che possono essere anche abbastanza convenienti. Questi prestiti possono essere richiesti presso una filiale di Poste Italiane oppure ad esempio anche direttamente on-line. Trattandosi di prestiti personali, di solito per ottenere questa somma di denaro non c’è la necessità di dichiarare l’utilizzo che si fa del denaro stesso. Inoltre, spesso non ci sono delle valutazioni da parte di Poste Italiane della propria busta paga o la propria affidabilità creditizia ed economica.

Si tratta di soluzioni di prestiti personali e finanziamenti che possono essere molto convenienti e comodi da richiedere e da ottenere. Al tempo stesso, rappresentano certamente delle alternative molto valide, soprattutto per chi ha la necessità di richiedere dei finanziamenti per l’acquisto di beni o servizi particolari. Gli importi che si possono richiedere possono essere più o meno elevati a seconda della soluzione di cui si ha bisogno e delle proprie necessità ed esigenze economiche.

Prestiti Poste Italiane: cosa sono?

Sono numerose le tipologie di finanziamenti e prestiti personali BancoPosta che si possono richiedere. Ci sono alcune tipologie principali. Il prestito personale di Poste Italiane è un prestito dedicato ai soggetti titolari di un conto BancoPosta. Sono dei finanziamenti che consentono di ottenere delle somme di denaro anche abbastanza elevate, dell’ordine di €20000 di €30000. Il piano di ammortamento previsto per questi finanziamenti può andare da un anno a 5 anni. Tuttavia, sono disponibili oggi delle soluzioni di prestiti BancoPosta che possono prevedere anche dei piani di rimborso e di ammortamento superiori ai 5 anni.

Tipologie

Oltre al prestito BancoPosta tradizionale da richiedere in filiale, troviamo anche il prestito BancoPosta on-line. Si tratta di un finanziamento dedicato ai titolari di un conto corrente BancoPosta. Questi finanziamenti si possono richiedere direttamente on-line dal proprio computer. Di solito possono essere richiesti però solamente per piccoli importi. Sono delle soluzioni reali per chi ha bisogno di somme di denaro contenute, dell’ordine di 2000€ o di 3000€ al massimo. Anche in questo caso, la durata del piano di rimborso del prestito può essere più o meno lunga a seconda dei casi e delle singole soluzioni.

Troviamo poi altre soluzioni di finanziamenti BancoPosta come ad esempio il Prontissimo BancoPosta. In questo caso, per poter accedere a questo prestito non occorre essere titolari di un conto corrente BancoPosta oppure di un conto corrente bancario. Anche questo permette di ottenere delle somme di denaro abbastanza contenute, fino a €10000. Infine, troviamo il prestito click BancoPosta che offre una rata di rimborso flessibile e un tasso di interesse abbastanza conveniente.

Caratteristiche, rate e tassi di interesse

Ci sono delle caratteristiche da considerare di questi tipi di finanziamenti. In particolare, occorre prendere in considerazione i tassi di interesse di questi prestiti. I tassi d’interesse spesso possono variare a seconda di due parametri. I tassi cambiano in base all’importo che si richiede e in base alla decisione di far accreditare lo stipendio o la pensione sul proprio conto corrente BancoPosta. I tassi di interesse inoltre possono essere più o meno elevati a seconda dei casi e delle soluzioni per le quali si opta.

Alcune soluzioni potrebbero però vedere l’applicazione di tassi d’interesse più o meno elevati che possono cambiare spesso anche da una soluzione all’altra. Per tutti i prestiti BancoPosta, di solito sono gratuite sia le commissioni di incasso rata che anche quelle previste per l’invio delle newsletter e delle comunicazioni. Inoltre, sono gratuite anche tutte le spese di istruttoria. Per quanto riguarda la richiesta di prestiti BancoPosta on-line, è gratuita anche l’imposta di bollo.

A queste si possono aggiungere anche delle spese accessorie facoltative. In particolare, questi costi possono riguardare la richiesta di una polizza di assicurazione che è utile soprattutto in caso di insolvenza e di inadempienza del richiedente del prestito ovvero del debitore. Queste assicurazioni possono essere utili in caso di decesso oppure di perdita dell’impiego, così come anche nei casi di invalidità.

Calcolo rate mensili di un prestito Poste Italiane

Così come accade anche per tutte le altre tipologie di prestiti, anche quelli di Poste Italiane devono tenere conto di alcuni aspetti. Tra questi troviamo soprattutto quelli che riguardano le rate mensili del prestito. L’importo delle rate mensili spesso può cambiare da una soluzione all’altra. Occorre tenere in considerazione naturalmente diversi aspetti. In particolare, da una situazione all’altra di prestito BancoPosta possono cambiare alcuni aspetti ed elementi, come quelli relativi agli importi che si richiedono. In base all’importo totale che si richiede di un prestito o di un finanziamento, certamente le rate mensili del prestito possono cambiare con una certa frequenza.

Tenere in considerazione il calcolo delle rate mensili è molto importante se si desidera capire se l’offerta di prestito può essere davvero conveniente per noi oppure no. Prima di accettare un certo tipo di prestito di Poste Italiane, occorre capire bene infatti qual è l’importo della rata mensile che si andrà a pagare. Solo in questo modo possiamo capire se la rata mensile che verseremo sarà in linea con le nostre capacità economiche e se è sostenibile rispetto al reddito che percepiamo.

A questo proposito, occorre dire che la rata mensile di rimborso di un prestito anche di BancoPosta non deve essere superiore ad un terzo massimo dello stipendio che si percepisce. Ci sono degli strumenti che possono essere utilizzati per calcolare la rata mensile di un prestito o di un finanziamento BancoPosta. Questi strumenti sono disponibili on-line e permettono di calcolare la rata mensile di due o più soluzioni di prestiti postali tra quelli che oggi si possono richiedere.

Strumenti e calcolatori online

Gli strumenti on-line che ci consentono di effettuare un calcolo della rata mensile di rimborso di un prestito postale tengono in considerazione alcuni valori. Questi valori vanno ad influenzare la formula utile per il calcolo della rata mensile di un prestito. Vengono utilizzati quindi  degli specifici algoritmi matematici e delle piccole formule che possono essere utili per calcolare questa rata. In particolare, bisogna tenere conto di alcuni parametri che spesso possono variare anche da una soluzione all’altra di credito.

Occorre tenere in considerazione se si tratta di un prestito postale finalizzato. Inoltre, occorre tenere in conto anche l’importo totale del prestito che si richiede e la durata prevista del piano di ammortamento del prestito. Anche i tassi di interesse applicati possono essere diversi da una situazione all’altra. Se si tratta di un prestito con tasso variabile si tiene in conto l’indice di riferimento Euribor. Se invece si tratta di un finanziamento a tasso di interesse fisso, si tiene in conto l’indice di riferimento Eurirs. Infine, occorre tenere conto dello spread e del numero delle rate mensili che occorre versare mensilmente.