Calcolo rate prestiti per giovani under 35: guida al confronto tra le migliori offerte per ragazzi di età inferiore ai 35 anni

Indice dei contenuti

Potrebbe accadere che i giovani se ne vadano di casa molto prima del tempo, andando contro corrente rispetto a quanto accade solitamente nel nostro paese. Alcuni decidono di fare conto e forza solamente sulle proprie forze economiche. Ma, se dovessero volere dei prestiti, come potrebbero fare? Per esempio se volessero acquistare e quindi supportare le spese per la prima casa? Esistono delle soluzioni che vengono offerte dalle banche? Naturalmente sì, esistono molti prodotti finanziari studiati apposta per tutti questi casi e rivolti esclusivamente ai giovani under 35.

A quale fascia di età è rivolto questo tipo di prestito?

Il prestito personale che viene dedicato ai giovani necessita, per essere quindi concesso, che chi lo deve richiedere rientri almeno in una fascia di età ben precisa. Come limite minimo, dunque si hanno i 18 anni. Chi non ha ancora raggiunto questa maggiore età, per la legge italiana, non potrà dunque sottoscrivere un contratto di prestito personale, in alcun caso. Il limite massimo viene rappresentato dai 35 anni di età. Al di sopra di tale età, nessuna banca concederà un prestito personale che viene dedicato ai giovani, neanche online. Non si fanno eccezioni. Per poter ottenere un prestito personale  online dedicato ai giovani, il richiedente dovrà sicuramente avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Quale somma di denaro è possibile richiedere?

A dipendenza dell’istituto bancario a cui ci si andrà a rivolgere, la cifra massima che un under 35 può ottenere attraverso il prestito personale potrebbe variare. In linea generale, la somma massima che potrà essere erogata in prestito tramite tale modalità ha un tetto massimo di 30.000 euro. La quota di certo non bassa, che è decisamente sufficiente a soddisfare i bisogni per un giovane che lascia poi per la sua prima volta la casa dei genitori e decide di andare a vivere da solo.

I vantaggi dei prestiti personali per i giovani

I finanziamenti che vengono concessi ai ragazzi che non vanno a oltrepassare il limite d’età dei 35 anni hanno sicuramente dei vantaggi diversi rispetto ai vari prestiti tradizionali. Tra quelli che sono più rilevanti troviamo che per i giovani vengono concesse delle opzioni che consentono poi di rendere flessibile la totale restituzione del capitale e dei relativi interessi. Ad esempio, è possibile, chiaramente sotto delle determinate condizioni, scegliere di posticipare una o anche più rate. Tale opzione si rivela particolarmente vantaggiosa per tutti i giovani che potrebbero dunque riscontrare delle difficoltà economiche almeno durante un determinato mese. In tal modo, viene offerta a loro la possibilità di andare a modificare la data della restituzione senza dover finire nel database dei cattivi pagatori. Le rate, oltre che essere posticipate, potranno poi anche essere modificate nel loro importo.

Prestiti personali senza busta paga

Difficilmente vedremo che un giovane sotto i 35 anni di età avrà sicuramente un lavoro fisso come dipendente con anche la busta paga. Tale categoria di persone potrà comunque richiedere e ottenere quello che è un prestito senza dover avere alcuna busta paga? Certo, anche il lavoratore non dipendente, quindi che lavora diciamo in proprio, potrà anche ottenere un prestito personale che è dedicato ai giovani. In alternativa a tale importante garanzia che viene rappresentata proprio dalla busta paga del dipendente, il giovane per poter ottenere un prestito dovrà comunque offrire alla banca delle sue garanzie alternative, che saranno ugualmente valide. Senza tali garanzie, un prestito personale non potrà essere concesso.

Quali importi si possono ottenere in prestito senza busta paga?

La cifra che un giovane fino al 35 anno di età, quindi che non deve aver compiuto 36 anni di età potrà andare a richiedere un prestito personale anche online senza busta paga, sarà decisamente più ridimensionato se si va a vedere quanto si potrebbe ottenere con un contratto che è di lavoro da dipendente. Trattandosi poi di soggetti a rischio per quanto riguarda la loro sicurezza di restituzione del suo debito contratto, proprio perché non potranno avere uno stipendio fisso da cui andare a trattenere una parte in caso del mancato pagamento delle rate del finanziamento, le banche saranno molto restie a concedere un prestito con delle cifre elevatissime. Quindi:

  • La somma di denaro che le banche vanno a concedere in prestito ai giovani senza busta paga non supera mai i 5.000 euro.

Il prestito personale con la firma di un garante

Per poter ottenere il prestito senza busta paga si dovrà offrire delle garanzie in alternativa, che potranno consentire alla banca di avere quella sicurezza di quel rientro del capitale concesso come prestito e dei relativi interessi. Una delle garanzie alternative alla busta paga sarà quella di ricorrere al garante che possa poi firmare il contratto di prestito assieme al richiedente. Tale persona, che non dovrà avere dei debiti eccessivi e deve essere sempre un ottimo pagatore, si dovrà nel caso fare carico di rimborsare il debito che viene contratto dal giovane under 35, sempre nel caso in cui il richiedente stesso non riuscisse più a pagare in modo regolare qualche mensilità. Quindi:

  • il garante deve aver già dato prova in passato di non essere in alcun modo un cattivo pagatore, quindi non deve risultare sgradito alle banche, e quindi, anche gli istituti che erogano il credito non dovranno avere difficoltà a concedere il prestito ad un giovane che presenti tale forma di garanzia. Un garante non va a rappresentare, però, quella che è la certezza assoluta di poter ottenere un prestito personale che sarà in assenza di busta paga. Le banche, quindi, non sono obbligate a dover concedere un finanziamento in assenza della busta paga come garanzia. La decisione finale spetterà sempre all’istituto di credito a cui uno si rivolge.

Il prestito personale per giovani con cambiali

Può anche capitare che il giovane che intende richiedere il prestito non riesca poi a trovare un garante che si vada ad assumere la responsabilità di poter pagare al posto suo, qualora egli non dovesse mantenere fede all’impegno assunto con quello che è il contratto di prestito. Oltre, dunque, alla busta paga, così, verrà a mancare anche un’altra importante garanzia per le varie banche. Come si può fare allora per poter ottenere il prestito personale? Ci sono delle altre garanzie che possono poi essere utilizzate? Certamente si. Una di queste garanzie si chiama prestito personale con cambiali. Con tale tipo di prestito, le singole rate del mutuo si dovranno pagare, appunto, tramite delle cambiali:

  • le cambiali rappresentano la garanzia per la banca perché tramite di loro, esse danno il diritto all’ente che concede il finanziamento di pignorare i beni personali di chi è debitore fino a coprire tutto l’importo che ancora dovrà essere restituito, più gli eventuali interessi.

Per poter esercitare questo suo diritto, che viene acquisito tramite il contratto di prestito cambializzato, la banca non dovrà ricorrere a nessun tribunale, ma potrà procedere immediatamente a quello che è il pignoramento, anche per una sola rata che viene saltata. I prestiti con cambiali non saranno sempre la scelta migliore e delle banche si rifiutano di erogarli. Quindi, una volta che vengono fatti bene i conti, ci si potrà facilmente rendere conto di quanto tale tipo di finanziamento sia economicamente non proprio conveniente per il soggetto che intende andare a sottoscriverlo.

Prestito personale senza busta paga con ipoteca

Se dovessero mancare quelle che sono le prime due forme di garanzia che abbiamo visto, ossia la busta paga ed il garante, un giovane che non ha ancora compiuto 36 anni può comunque fare richiesta del prestito online senza dover per forza andare a sottoscrivere un finanziamento che dovrà restituire tramite cambiali. In tal caso, una delle tante cose che non sarà possibile fare è quella di ipotecare un proprio bene personale, quindi sia esso la propria abitazione o anche un qualsiasi altro bene immobile. Questo viene definito come un modo alternativo per poter ottenere un finanziamento nel caso di assenza di un reddito fisso che possa essere facilmente dimostrabile tramite busta paga.

Prestiti senza busta paga ma con entrate mensili regolari

Se si rientra, invece, nella fascia di età che è idonea a sottoscrivere un prestito personale online per i giovani e si lavora anche in proprio si può comunque richiedere un finanziamento dalle banche. In questo caso, per fare da garanzia ci sarà proprio il Modello Unico per la dichiarazione dei redditi. Si va a dimostrare, tramite il proprio lavoro non dipendente, che saremo comunque in grado di guadagnare abbastanza da riuscire a restituire completamente il denaro che si è ricevuto in prestito. Stessa procedura è applicabile anche per chi non è un lavoratore ma ha comunque entrate fisse mensili grazie a delle rendite.