Home

I prestiti, come dice anche il termine stesso, sono un tipo di finanziamento alla quale è possibile accedere sia tramite internet, quindi semplicemente utilizzando il proprio computer, oppure, andando in una filiale di competenza. I vantaggi di richiedere un prestito e di informarsi, stanno nella rapidità con cui si potrà valutare quella che è la sua erogazione e fruibilità. Vediamo di cosa stiamo parlando in questa guida completa.

Ci sono delle differenze tra i prestiti online e i prestiti che si richiedono in filiale?

Esistono delle differenze che si dovranno tenere di conto, questo per capire quale possa essere la tipologia del finanziamento che è più adatta a noi, vediamo:

  • scelta del prestito: la prima vera differenza riguarda, ancora prima di fare la richiesta, la modalità con cui ci potremo informare sul prestito adatto a noi. Nel caso in cui si parli di prestiti tradizionali, dovremo andare in filiale prendendo appuntamento, così da vedere tutte le offerte che sono disponibili. Se, invece, optassimo per la ricerca online, potremo utilizzare quelli che si chiamano comparatori online.
  • la modalità di attivazione del prestito: vedremo che anche in questo caso, chi decide di fare la scelta del prestito tradizionale, si dovrà recare personalmente in filiale per poter avviare l’intera pratica. Mentre, chi avrà scelto di farlo online, basta che invii tutti i documenti necessari tramite posta elettronica e con firma digitale.
  • tempi di erogazione: i prestiti che vengono scelti online riescono in genere ad avere dei tempi di erogazione più rapidi, questo grazie al fatto di poter disporre di alcune procedure che sono automatizzate del tutto o in parte.

I vantaggi e gli svantaggi dei prestiti

Ma, adesso, vediamo quali sono tutti i punti di forza di un prestito, ecco un breve elenco di tutto quello che c’è da valutare e sapere:

  • tassi di interesse meno elevati: nel caso si scelga un prestito conveniente, tramite internet, potremo avere dei tassi  più vantaggiosi rispetto ai tassi dei prestiti tradizionali. Questo, perché ci sono dei costi minori, rispetto alla banca fisica, perché attivandolo online si avranno degli sconti;
  • convenienza: questo è sicuramente il principale vantaggio dei prestiti, soprattutto se online. Una banca online avrà meno costi da sostenere, rispetto ad una banca tradizionale e ciò permette di abbattere i costi, a vantaggio del cliente, quindi nostro;
  • comodità: visti i tempi, anche poter aprire una pratica dal proprio pc, senza muoversi da casa, è sicuramente una bella comodità rispetto a pensare di dover prendere appuntamenti con dei consulenti in filiale. Inoltre, la pratica potrà essere gestita online in qualsiasi momento si voglia;
  • velocità: ci sono alcune procedure automatizzate che riguardano i prestiti e rendono l’iter di apertura della pratica molto più veloce. Ci sono poi i prestiti online veloci, che hanno dei tempi di erogazione che sonno di sole 48 o addirittura 24 ore a partire dal momento in cui viene approvata la richiesta. 

Ma, si deve sapere, che non sempre un prestito online è semplice da ottenere rispetto a quello tradizionale, questo perché ci sono tanti requisiti per accedere, anche se sono gli stessi, quindi la situazione del reddito, la nostra storia creditizia, che verranno esaminati con cura e saranno richieste delle garanzie. Inoltre, scegliendo il prestito online, rinunceremo all’assistenza in filiale, anche se più o meno tutti gli istituti di credito hanno una buona assistenza virtuale e spesso anche telefonica.

Da chi possono essere erogati?

Per richiedere un prestito ci potremo rivolgere ad una banca oppure a una finanziaria, che opera anche online, quindi potrà anche essere una banca tradizionale che debba avere un ramo dedicato esclusivamente a queste tipologie di prodotti finanziari. In tutti i casi, le pratiche necessarie potranno essere gestite anche da casa, con l’assistenza di un’operatore virtuale.

Quali sono i requisiti per richiederli?

Come abbiamo già accennato, i requisiti per poter richiedere un prestito, che sia di persona o online sono sempre gli stessi. Anche se dovessimo decidere di farlo online, non significa che sarà più facile poter ottenere un prestito o che faranno meno controlli sulla nostra situazione creditizia e reddituale. I requisiti per richiedere un prestito sono:

  
  • età del richiedente che sia compresa tra i 18 e i 70 anni;
  • la residenza in Italia;
  • un reddito dimostrabile tramite la busta paga,
  • la dichiarazione dei redditi o il cedolino della pensione;
  • essere in possesso di un conto corrente;
  • le garanzie, che possono essere di diversi tipi.
  • Sarà anche controllata con attenzione l’affidabilità finanziaria e la nostra storia creditizia o del richiedente tramite la banca dati della centrale rischi Crif, che avrà poi il compito di andare a registrare i nominativi di chi ritarderà o di chi salterà il pagamento di una o più rate dei rimborso di un prestito o di un finanziamento. In base a tutti quelli che sono i parametri, la banca o la finanziaria deciderà se potrà concedere o meno il prestito richiesto.

Le garanzie richieste per un prestito?

Anche per quanto riguarda le garanzie, che siano prestiti online o tradizionali, anche qua non fa differenza. Perché, oltre a quelli che sono i requisiti minimi, appunto, potranno essere richieste anche delle garanzie dette accessorie, principalmente nel caso in cui si vada a richiedere una somma abbastanza elevata. Le garanzie che potranno essere richieste, possono anche essere le conosciute garanzie reali, cioè quella che l’iscrizione di un’ipoteca, oppure quelle che si chiamano le garanzie coobbligate, che richiederanno l’intervento di una terza persona in qualità di garante, che si potrà fare carico degli eventuali problemi relativi alle insolvenze del debitore.

Come si può richiedere un prestito?

Se abbiamo tutti i requisiti necessari si potrà procedere con la richiesta di un prestito, con quella che è una maniera abbastanza semplice. Se optiamo per farlo online, generalmente sarà sufficiente compilare in ogni sua parte quello che è il form online proposto dal sito web della finanziaria o anche della banca online prescelta. Da tenere presente che, nella stragrande maggioranza dei casi, saranno richiesti i dati anagrafici e anche economici, questo in base a come saranno valutati, poi, si potrà procedere con quella che è la documentazione necessaria che serve per istruire e per mandare avanti la pratica, tutto si potrà fare anche online chiaramente. L’avanzamento della richiesta, spesso, potrà essere seguito sullo stesso sito, se fatto online, oppure tramite aggiornamento da parte dell’istituto di credito che concede la pratica.

I documenti richiesti

La prima fase della richiesta di un prestito, che sia fisico o online, sarà quella in cui verrà chiesto di fornire quelli che sono i propri dati anagrafici, così come il codice fiscale, il numero della Carta di Identità e una certificazione reddituale che potrà anche essere l’ultima busta paga per tutti i lavoratori dipendenti, l’ultima dichiarazione dei redditi, invece, nel caso dei lavoratori autonomi e, infine, il cedolino della pensione per i pensionati. Alcune finanziarie potranno e vorranno richiedere anche la firma di un garante a titolo di garanzia.

Per cosa può essere richiesto questo tipo di finanziamento?

Un prestito personale potrà essere richiesto per i motivi più svariati. Come per esempio potremmo citare:

  
  • per l’acquisto di un’auto o di una moto
  • dove vige la necessità di affrontare delle spese mediche
  • per dei lavori di manutenzione
  • per una ristrutturazione della casa
  • per l’iscrizione a corsi universitari, ma anche post universitari, master e corsi di formazione in generale
  • oppure semplicemente per avere liquidità.

I parametri a cui fare attenzione quando si sceglie e si richiede un credito

Che sia una spesa importante oppure una somma di denaro minima, volta ad affrontare qualsiasi spesa, che possa essere una ristrutturazione della casa oppure pagare un corso universitario, la prima cosa che si dovrà fare sarà quella di avere una panoramica di tutte quelle che sono le offerte disponibili. Potremo farlo andando a vedere online, comodamente da casa e con pochi minuti, utilizzando i comparatori online di calcolo rata del prestito. I paramenti sulla quale si dovrà effettuare la propria scelta saranno:

  
  • il numero delle rate di rimborso che sono previste,
  • la durata stessa del piano di rimborso,
  • i tassi di interesse che verranno applicati alle rate di rimborso,
  • le penali che saranno comminate nel caso di mancata restituzione del prestito o di un ritardo nel pagamento delle rate,
  • le spese di apertura per la pratica,
  • il costo delle eventuali assicurazioni opzionali o che siano obbligatorie
  • la possibilità di recesso o di estinzione anticipata del prestito.

Attenzione poi, a quelle che sono le clausole contrattuali, per evitare di andare ad incappare in brutte sorprese.

Prestiti online immediati: cosa sono e come richiederli

Chi necessita urgentemente di ricevere un prestito, per una certa somma, potrà farlo in modo immediato con un prestito online, quindi senza andare in filiale. Questa è una forma di finanziamento che ha reso possibile l’ottenimento del denaro in sole 24 ore o poco di più. Sarà possibile farlo in questo breve lasso di tempo grazie a quella che è una procedura, che rende l’iter più veloce, rispetto a quello che sarebbe se fosse fatto a uno sportello bancario. Tale procedura veramente rapida ci consentirà però di avere accesso a delle forme di denaro che sono abbastanza limitate, quindi non parleremo di oltre 5.000 euro. Inoltre, i tassi di interesse che vengono applicati ai prestiti online immediati, sono spesso leggermente più elevati rispetto ai tassi di un normale prestito online.

Come richiedere un prestito velocemente?

Per richiedere un prestito online e che sia anche immediato la documentazione da presentare è bene o male la stessa che è necessaria per poter accedere ad un semplice prestito online:

  
  • una copia di carta di identità,
  • il codice fiscale
  • un documento reddituale, come potrà essere la busta paga, il cedolino della pensione o l’ultima dichiarazione dei redditi.

Per avviare la procedura, poi, sarà sufficiente inoltrare la richiesta alla banca online che avremo scelto e dovremo inviare tutti i dati e tutta la documentazione richiesta e fornire le informazioni che sono necessarie riguardanti gli altri prestiti e finanziamenti in corso, compreso anche l’eventuale mutuo. Se la domanda sarà compilata correttamente e la documentazione risulterà del tutto completa non resta che attendere la risposta dell’ente erogatore. Di solito, l’intera procedura non richiede oltre le 24 ore, 72 al massimo se sono necessari ulteriori controlli.

Esistono prestiti online immediati per cattivi pagatori?

C’è chi può avere riscontrato in passato delle difficoltà nel rimborso, questo per ritardi o per non aver pagato e viene di norma classificato come un cattivo pagatore. Questo sta a significare che per tutto il tempo in cui verrà iscritto in questa “lista nera” troverà delle difficoltà ad ottenere gli ulteriori prestiti e anche i finanziamenti, e il prestito online immediato non fa eccezione. Questo è un ostacolo che potrà anche essere superato offrendo quelle che sono delle ulteriori garanzie per poter mettere al riparo la banca dal rischio di insolvenza di chi è debitore, per l’ottenimento del prestito è comunque subordinato a quella che è la decisione della finanziaria a cui ci si rivolge.

Cosa sono i prestiti online senza busta paga per lavoratori autonomi?

Esiste anche la categoria dei lavoratori autonomi e dei liberi professionisti, che potranno trovarsi a dover affrontare quella che viene chiamata una spesa imprevista ed è proprio per tale motivo che esistono quelli che si chiamano i prestiti personali senza busta paga per i lavoratori autonomi con la partita Iva e per liberi professionisti. In tal caso, dove non ci sono delle buste paga per poter attestare il reddito mensile, è importante che si abbia la possibilità di dimostrare alla banca o alla finanziaria a cui si richiede il prestito di poter essere in grado di restituire tutta la somma presa in prestito. Quindi, oltre alla solita documentazione e a tutti i dati che occorrono, i lavoratori autonomi e i liberi professionisti devono anche presentare l’ultima dichiarazione dei redditi. Se, però il reddito dimostrato lo consente in relazione a quella che è la cifra richiesta, c’è la possibilità di ottenere un prestito online per i liberi professionisti anche senza la firma di un garante, che invece viene quasi sempre richiesta se si parla di cifre impegnative.

Prestiti cambializzati, cosa sono e come ottenerli?

Un prestito cambializzato è solamente una delle tante tipologie di prestito non finalizzato, che potrà poi essere utilizzato come si desidera. La sua particolarità, appunto, rispetto a quello che è un classico prestito, sta nel fatto che il rimborso delle rate potrà avvenire attraverso la firma di cambiali con una cadenza che è solitamente mensile. E’ importante che si ricordi che le cambiali costituiscono un titolo esecutivo: per cui se il debitore non dovesse onorare una o più cambiali, il creditore avrà la possibilità di procedere al pignoramento dei beni. Però, prima di poter richiedere un prestito di questo tipo è quindi doveroso che si vada a controllare attentamente la reputazione dell’istituto di credito a cui ci vorremo rivolgere e quelle che sono tutte le condizioni del contratto.

Chi può richiedere un finanziamento cambializzato?

Questa è una tipologia di prestito, che essendo considerata molto sicura per chi lo eroga, viene solitamente concessa anche se chi la richiede, in passato, ha avuto dei problemi con il rimborso di un precedente finanziamento e, di conseguenza, risulta registrato come un cattivo pagatore o protestato. L’iter della pratica risulta generalmente rapido, soprattutto se ci rivolgeremo ad un istituto di credito o anche ad una finanziaria specializzata in questo tipo di prodotto finanziario.

Prestiti cambializzati veloci, di cosa si tratta?

Nei casi in cui si necessiti di avere subito una certa somma di denaro in maniera abbastanza urgente, questo per fare fronte ad una emergenza ma, non saremo in possesso dei requisiti necessari per poter accedere ad altre tipologie di prestito veloce, sarà possibile richiedere un prestito cambializzato veloce, che dunque prevede una procedura molto rapida che, però, si dovrà svolgere interamente su internet. Per cui, attraverso tale tipologia di prestito sarà possibile ottenere tutta la somma di cui si ha bisogno, solo nel giro di poco tempo: tanto è vero che il responso sulla fattibilità dell’erogazione del prestito sarà comunicata solitamente in 24 o al massimo 48 ore. Dopodiché, il denaro sarà accreditato subito sul conto corrente di chi richiede il prestito, o potrà essere recapitato tramite un assegno circolare, mentre il rimborso verrà eseguito tramite la firma di cambiale con una cadenza periodica, solitamente mensile.

I finanziamenti su internet sono sicuri? I prestiti online sono sicuri?

Questa è una domanda lecita, soprattutto per chi ha intenzione di richiedere un prestito online. Visto che c’è una costante innovazione dei servizi bancari online, si riesce a garantire delle procedure che sono sempre più rapide e sicure, ma questo non toglie che un’indagine del Crif che è stata condotta nel 2015 ha evidenziato alcune truffe sui prestiti online, da allora si sono raggiunti i 25.300 casi, con un importo che è stato frodato e totale di oltre 170 mila euro. Sempre meglio seguire alcune accortezze prima di richiedere un finanziamento online. Ci si deve accertare che la finanziaria prescelta sia autorizzata ad operare in quello che è il settore di competenza e che abbia anche una solida reputazione, escludendo quindi le società troppo piccole. Chi sarà l’intermediario che tratta con il cliente deve presentarsi per mezzo di una email, che dovrà essere ufficiale dell’istituto di credito o della finanziaria e dovrà identificarsi con nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e il numero di iscrizione all’Ufficio Italiano Cambi.

Avatar
Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alle moto e alla musica. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Prodotti Finanziari

Articoli